Maccheronate manzoniane

In classe. Predicozzo della prof sulla disciplina, che si conclude con: “Mi raccomando, d’ora in poi cercate di fare i bravi!”
Risposta di uno studente: “Sì, quelli di Don Abbondio!!!”

Interrogazione di letteratura italiana.
Studente: – Manzoni nacque a Milano e morì a Ivi.
Il libro di testo diceva quanto segue: “Manzoni nacque a Milano e ivi morì”…

“La bibliografia su Manzoni non esiste, perché è STERMINATA.”

“Renzo portò in dono all’Azzeccagarbugli quattro CAPANNONI.”

“Lucia nella notte nel castello dell’Innominato imprecava Dio!”

“I monatti caricavano gli appestati sulle camionette.”

“Dopo una notte di riflessioni Don Abbondio decide di PICCHIARE Renzo”.
Il testo recita: “Quello che, per ogni verso, gli parve il meglio o il men male, fu di guadagnar tempo, MENANDO Renzo per le lunghe”.

Oggi in classe, leggendo i Promessi Sposi ci troviamo di fronte ad una frase: “Il Padre Cristoforo da ***”.
Domanda: “Qualcuno mi sa dire perché ci sono gli asterischi?”
Fanciulla: “Prof, c’era scritta una parolaccia?”
Istinti omicidi repressi.

Nel IX cap. dei Promessi Sposi, Manzoni scrive: ‘In tali angustie, si risolvette d’aprirsi con una delle sue compagne, la più franca, e pronta sempre a dar consigli risoluti.’ Ebbene, in un compito d’Italiano, qualche anno fa, un’alunna scrisse che Gertrude si confidava con la sua migliore amica, Franca…

Consegna dei compiti sui Promessi Sposi. La prof commenta: – A., è stato comodo copiare da Noemi?
– Si, prof!
– Ti ha detto di cambiare qualcosa, vero?
– Si, prof.!
– Va bene cambiare qualcosa… Ma no che Renzo e Lucia sono diventati Renato e Maria!!!!”

Ora di Italiano, l’insegnante legge dal cap. XXXVI dei “Promessi Sposi” il passo in cui fra Cristoforo scioglie Lucia dal voto di verginità: – “Pensi il lettore che suono facessero all’orecchio di Renzo tali parole.”
Alunno, sottovoce, a un compagno: – Si trombaaaa!!!
(In effetti…)

Compito sui Promessi Sposi: “Manzoni descrive la monaca di Monza come una vecchia”. Correzione: “Ma aveva venticinque anni! Seguendo questo ragionamento io ho un piede nella fossa”.

Annunci

6 thoughts on “Maccheronate manzoniane

  1. Ahahahah fantastici!
    A proposito della perla “I monatti caricavano gli appestati sulle camionette”, una mia compagna di classe (illo tempore) scrisse dell’assalto al garzone del panettiere in bicicletta.

    Mi piace

  2. Il puer che ha parlato dei monatti con le camionette forse non sa che Dino Buzzati scrisse una novella intitolata “La peste motoria”, ambientata nell’epoca delle macchine 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...